Addio, addio.

standard 2 gennaio 2013 37 responses
Duemilatredici guarda che noi abbiamo un sacco di “cattive” intenzioni. Quindi…vedi di comportarti secondo le nostre aspettative, grazie. Si si, lo so, tutti dicono che non hanno aspettative, ma mentono.
Loro pensano di non averle, ma da qualche parte ci sono, per forza. 
Io, che notoriamente non sono capace a mentire nemmeno dietro allo schermo di un pc, non mento.
Ho un sacco di cose da realizzare, montagne da scalare, orizzonti da scrutare, albe e tramonti da dipingere.
Ergo…non fare il furbetto.
Intanto sei iniziato alla grande. Concerto (numero 17) dei Subsonica. Adorati.
Ma per lasciarmi alle spalle un anno così funesto ci vuole ben altro di un concerto e un raffreddore che mi fa consumare tutti i fazzolettini di questo mondo.
Ebbene. Immaginatevi una delle vostre cassette preferite. Le audiocassette. Quelle che se sbagliavi a premere qualche tasto nello stereo ti si ingarbugliava tutto il nastro e le dovevi rimettere a posto con le matite. E premete Rewind.

(Benoit Jammes – questo è un genio, guardate un po’ il suo profilo flickr)
Mi sono fatta una nuotatina nel mio gelido/affannoso/incasinato/triste/lacrimoso duemiladodici e, visto che ora che sono una scrittrice famosa (muhahahhahahahah), vorrei farvi ripercorrere un po’ le mie tappe. Ho democraticamente scelto i post che mi piacevano di più, spero vi vogliate fare un tuffetto con me. 
Gennaio. Ignara me ne stavo sul bordo dell’argine. Non sapevo che di lì a poco avrei visto il MIO cadavere passare. E quindi uscimmo a riveder le stelle si chiama il post.
Febbraio. Non sapevo scegliere. In entrambi trovate una sofferenza pura, totale, corrosiva e incisiva. Niente è sopravvissuto, una prateria stopposa senza vita. Martedì racconta dell’illusione data dallo shock. Tre Settimane è semplicemente il vero inizio della “passione”. Una Via Crucis in pratica.
Effettivamente non so perchè dovreste leggerli, questo preambolo non è affatto incoraggiante!
Marzo. Questo è stato il mese del mio primo viaggio oltreoceano, una super figata! Ho scritto tanto ma nessuno mi leggeva quindi… ve lo ripropongo, come i peperoni!
Aprile. Aprile è stato un mese incasinato, tanto lavoro e tanti pensieri. Sono andata dalla rabbia totale di Sfogo e libertà, alla più classica delle digressioni sulla mia personalità, degna di un Minestrone.  
Maggio. Uno dei mesi più belli, mezzo vissuto chiusa in casa post-operazione al simpatico fibroma che alloggiava nel mio utero. Avevo scelto tre post ma ve ne faccio leggere solo uno. E’ il post che evidenzia uno dei miei tanti contrasti. Come può una “poetessa” amare il calcio? Andatevi a leggere One Love
Giugno. Uhm, non me lo ricordo. Ricordo solo la mia prima volta in Puglia, il caldo torrido, le foto scattate a Bari vecchia. E l’amore per la mia città con Ode a Firenze.
Luglio. Il mese di Mirabilandia, sorrisi, spasso, chiacchiere. E continue riflessioni. Voglia di risorgere, di stabilire un punto di inizio per questa nuova Berry. Quindi vi potreste sorbire Sunrise e, perchè no, se siete proprio proprio coraggiosi anche E guardo il mondo da un oblò
Agosto. Olimpiadi e Londra, ecco cosa mi ricordo. Il mio amore per lo sport e il mio cuore spezzato alla notizia travolgente di Schwazer li trovate in EPO-logicamente parlando e la breve vacanza a Londra, due giorni dopo dalla fine dei Giochi. Il 16 agosto, uno dei giorni più belli della mia vita, L’isola che c’è.
Settembre. Il mese del trasloco. Degli week end saltati, del non riposo. Infatti parlo di Viaggi di anime, di polvere, di carovane.

Ottobre. Sempre più voglia di passato, di respirare aria vecchia, vintage, fuori moda. Un Autunno delll’anima forte e sempre più disilluso. 

Novembre. I miei 30 anni! Festeggiati in sordina, tanto aspettati, relativamente consapevole della mia vita. Il mese dell’alluvione nella mia amatissima Maremma, che tanto mi ha fatto soffrire. L’indifferenza distribuita come fosse sale nell’acqua della pasta. Un mese A lume di candela.

Dicembre. Infine è arrivato. Ho tirato le somme e ho vissuto, ho pianto di nuovo, ho scoperto che sono ancora troppo sensibile e carne viva, in certi punti. Dovreste secondo me leggere il mio ultimo post, perchè tra i bagordi delle feste secondo me ve lo siete perso. Viaggi (in)aspettati, con me e Bilbo, per servirvi.

E poi ecco. Avrei tanto voluto concludere qui, ma non posso. Vi lascio una sua foto, la foto del mio splendido micione. Principe, quasi siamese, dagli occhi di ghiaccio.
Gennaio 2011
Mi fu regalato 7 anni fa, per Natale, dai miei amici Angelo, Sara, Eliana, Francesco. Lo avevano già “battezzato” Vincent perchè anche se non aveva nemmeno un mese e mezzo era folle e un po’ artista, a suo modo. Ha vissuto con me a Firenze, fino a quando non ho capito che stare a casa dai miei gli era più congeniale. Amava acchiappare le lucertole, miagolare insistentemente e arrampicarsi fino alla mia finestra per entrare, ogni volta che tornavo a casa in Maremma. Se n’è andato così, senza sapere perchè. Vinc. Grandissimo bastardone della mamma. Le tue fusa mi faranno per sempre compagnia.
Duemiladodici, sei degno di andartene. 
Addio per sempre.
Berenice

About

Sono Berry. Donna, mamma, moglie. Scrivo, corro, lavoro, amo. Sorrido sempre e non mi basta mai.

Related Posts

37 responses

  • .. e di nuovo Gennaio. Dolce amica. Ancora gennaio, ma un gennaio diverso. Un mese nuovo, un anno nuovo, del tempo fresco per mettere in un sacco le cose utili del passato e portarle in un futuro diverso, forse più bello.. più felice, finalmente quello che sogni. E io te lo auguro di cuore, perchè lottando e desiderando che tutto sia diverso, ogni cosa lo sarà.. Benvenuto 2013: le fusa del tuo micio sono le note, lontane ma eterne, dal quale ricominciare. Ti voglio bene, stellina. Tanto.

    • Userò quelle note per comporre la sinfonia del mio 2013 sempre più convincente e “allegra” come la Primavera di Vivaldi. Ti voglio tanto bene anche io tesoro!

  • Addio per sempre….si….che dire..per me è stato un anno difficile, sono stata male come non mai, ma porca miseria, ho trovato tanti nuovi meravigliosi amici..amici che mi sono entrati dentro..e questo merita di essere salvato. Propositi ?? Giuro che non ne ho fatti..l’unico, vero e solo è quello di assecondarmi, di rispettarmi, di seguire il mio istinto, di vivere di emozioni senza farmi troppe seghe. Il resto sono obiettivi…ma stanno lì, sono sempre gli stessi più o meno da qualche anno, e non li considero più propositi..ecco, più o meno le cose stanno così 😀 !
    MA MI SENTO A 1000…e finché dura..bene..
    Ti abbraccio tesoro mio 🙂 fai la “brava” 😉

    • Voglio andare a mille con te! Mi sembra un ottimo modo di iniziare questa 365 giorni che sarà una nuova grandissima avventura, con la speranza di ritrovarci sempre così sorridenti, nuovi e …pronti! Ti abbraccio tanto!

  • Certo che di cose te ne son successe nel 2012, eh?
    uau: ci scapperebbe un librozzo 😉
    Se dovessi scrivere un post sul 2012 lo intitolerei “Bello” e il contenuto sarebbe di una sola parola “grazie”.
    Sì…credo di avere un foro nel cervello, ma finchè i ricordi che NON mi restano sono i BRUTTI RICORDI, bhè, non me lo farò di certo riparare 😉
    Auguri e Buon 2013!

  • Ho fatto un tuffo nel passato insieme a te, per conoscerti meglio. carine le foto con il sederone!
    Vero, un brutto 2012, ma pare che parecchi di noi l’abbiano avuto.
    Quindi, siamo tutti felici di essere entrati nell’anno nuovo, un po’ più vecchi, ma pieni di speranza.
    Perchè quella c’è sempre, eh? Mica si paga!

    • Che bello ti sei tuffata! E se questo nuovo anno ci porterà un po’ di rughe in più ma una costante felicità non posso che essere daccordo. La speranza è una presenza fondamentale, troppo spesso ce ne dimentichiamo, come dici tu, non ha prezzo, facciamone tesoro! Un abbraccio

  • Cara Berry..non sono riuscita a leggere tutti i link ora, ma mi ritorno più tardi per completare l’opera…eccavolo se scrivi ragazza!!!!
    Bello il viaggio negli USA, devo finire di leggere tutti i post..:-D
    Mi dispiace tantissimo per Vinc..avevo anch’io un siamese quando abitavo a Venezia..era tremendo, non stava fermo un attimo e se andava di casa per delle settimane a caccia di gatte!..lo adoravo..
    Ti auguro ogni bene Berry, hai ragione a dire a gran voce che di aspettative ne hai molte, bisogna averle,e ti auguro di realizzare tutto quello che desideri!!
    Ti abbraccio forte! Roberta

    • Scrivo? Se si consumassero i tasti del computer e finisse l’inchiostro dello schermo penso ne comprerei a tonnellate 🙂
      I siamesi sono gatti meravigliosi, irrequieti e un po’ pazzi, il mio Vinc era carico di energia e ora non c’è più…mi mancherà così tanto!
      In questo 2013 devo riscattarmi anche per lui. Ti abbraccio forte

  • A me piacciono i peperoni anche se mi si ripropongono,adoro gli Stati Uniti,viaggio che prima o poi riuscirò a fare perchè il mio sogno è perdermi nella Route 66 leggendo Kerouac…come non scegliere quindi marzo,prendermelo e farlo mio nonostante la bellezza agrodolce di tutti i post…in te vedo me,vedo quel saliscendi di emozioni ,quel sentirsi sempre fuori posto fuori luogo,fuori mente.Come se nessun abito,nemmeno il più carino potesse calzarci a pennello.Anime dubbiose che non abbiano mai a finire,diceva il mio prof.di filosofia rivolto a me e ora giro anche a te questa frase.
    Io ti adoro e tu lo sai..il tuo Vincent così simile alla mia Bellatrix,mi si stringe il cuore….
    Mancava poi un tassello alla nostra amicizia:LA JUVE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!ma io non lo sapevo che eravamo legate dalla stessa fede bianconera!!!Io bianconera da una vita,da quando Platinì fece il suo ingresso a Torino,quante partite seguite!!
    Un abbraccio!!!

    • Una Juventina a Firenze, pensa che accoppiata, una cosa da non credere! Me ne vado in giro con il portachiavi della Juve, t’ho detto tutto…
      “Anime dubbiose che non abbiano mai a finire” che frase bellissima, grazie per la “dedica” tesoro, anche io ti adoro e ogni volta che vuoi me lo puoi ripetere, MI PIACE!
      Ti abbraccio forte e mando una carezza a Bellatrix

  • Cara, dolce Berry, nella vita, quando si tocca il fondo, per forza si deve risalire, è una legge della fisica. Quindi bravissima, accartoccia quel 2012 e accogli a braccia aperte un anno migliore, con un sorriso, che aiuta sempre nei momenti tristi, anche solo per ricordarsi come si fa. Un buon 2013, davvero di cuore, con gli angoli della bocca all’insù. un forte abbraccio <3

    • La cartaccia del 2012 è una enoooorme palla di cose da buttare e cose da tenere, possibilmente nel cassetto dei ricordi brutti e non degli scheletri che ritornano. Il sorriso lo sto cercando, quello vero e stabile, intanto uso quello di una sottomarca…ma non si nota! 🙂 Un bacio, a presto!

  • Questo commento è stato eliminato dall’autore.

  • Ero da Roberta e sono stata catapultata qui. Attraverso questo post ho potuto leggere un pò di te, ma poi curiosa ho continuato a leggere e leggere, emozionandomi e condividendo tanti tuoi momenti.
    Mi spiace per Vincent.
    Piacere di conoscerti.
    Alice

    • Cara Alice, benvenuta e grazie per il tuo bel commento, il mio 2012 non è stato un bell’anno ma mi ha permesso di scrivere tanto e di conoscere nuove persone bellissime tramite il blog!
      Il mio gattino è un angioletto ora, verso nuovi orizzonti!
      Un abbraccio, a presto

  • Che bello questo tuo resoconto… mi sono letta tutti i post a ritroso e grazie a questo collage ti ho cnosciuta un pò meglio!
    Certo ho scoperto che sei juventina e questo ha un pò ditrutto l’immagine perfetta di te che mi ero creata nella testa ma passerò oltre e non penserò a questo piccolo difettino!;-D
    Mi spiace per Vinc… e spero che dovunque sia possa essere felice e zampettare allegro!
    p.s. I raffreddore ad inizio anno non ha risparmiato nemmeno me…
    Bacio cara e a presto!

    • Anche in ufficio me lo dicono sempre che se non fosse che sono juventina… 🙂 ma io faccio spallucce e vado avanti, ormai sono abituata e rodata!
      Grazie grazie e ancora grazie per aver letto i miei deliri del traumatico anno trascorso, giurin giurello che appena posso faccio la stessa cosa con te 🙂
      Un bacino raffreddatino

  • Questo commento è stato eliminato dall’autore.

  • Un’ora incollata allo schermo del pc….per leggere tutto il tuo 2012, le tue emozioni, i tuoi pensieri…parole in cui a volte mi sono rispecchiata, parole che mi hanno commossa. La tua penna trasmette emozioni!
    Mi piacciono “le cattive intenzioni”
    ..le aspettative e le attese, quelle nel bene o nel male le abbiamo tutti, le odiamo e le amiamo, ma fanno parte della nostra pelle!
    Il tuo gattone deve essere stato meraviglioso!
    Sono contenta di averti conosciuto Berry!!
    Bacetto, Eli

  • mi spiace non averti scoperta prima…
    forse sarei stata tra i poveri “disgraziati” a leggere in prime time del viaggio oltreoceano…

  • Beh, io avevo in parte già recuperato, vedo che mi manca qualcosa di “torrido”.
    All’inizio volevo scriverti del perché rinvangare se l’anno non è stato positivo, ma fare un sunto per ripartire può essere utile.
    Comunque la tua vita è molto varia, come detto altre volte sia colorata che nebbiosa, ma sei caratterizzata dal fatto di avere davvero tante sfaccettature, ed è proprio la varietà dei tuoi mesi che lo testimonia.

  • Capito qua per caso, e vedo la foto di un micione: Non potevo non fermarmi 🙂
    Piacere di conoscerti

  • Cavolo, questo lo avevo letto ma non ti avevo commentato! Perchè? Perchè invece che scriverti ti ho telefonato 🙂

  • Passavo per caso e mi sono fermata a leggere. Belle parole davvero.
    Amo la tua città (Firenze!), la amo da impazzire.
    E bello anche il gatto. Mi sa che passerò spesso! 😉

  • Leave a Response

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONSIGLIA Il Mondo Creativo - novembre 2017